01/07/2024

Assemblea annuale del Curatorium nella Abbazia Muri Gries

I beni tecnici culturali all’ centro dell’incontro dell’associazione il giorno 27.05.2024 nell’ abbazia di Muri Gries sono sempre più gettonati. Monumenti ma anche piccoli oggetti della tecnica nella nostra regione diventano luoghi di identificazione e di riferimento. I luoghi della tecnica, ricchi di riferimenti storici ed architettonici, catturano l’interesse e spingono soprattutto i giovani a scoprirli e a condividerli.

I temi e i progetti realizzati del Curatorium e discussi durante l’incontro spaziavano dal Brennero a Salorno e dal passo Resia a Monguelfo. Nella Valle d’Isarco includono la musealizzazione del casello ferroviario a Mules, la ristrutturazione del ponte sospeso sempre di Mules e il recupero della vecchia strada militare che potrebbe diventare una alternativa alla pista ciclabile esistente. Altro progetto di rilievo, il tetto energetico del parcheggio della stazione ferroviaria di Fortezza e la mostra sul confine del Brennero nella Casa dell'ACI. A Chiusa spicca la ristrutturazione del viadotto dell’ex ferrovia della Val Gardena insieme alla riapertura di una galleria attualmente non praticabile e il ristauro del rifornitore d’acqua dedicato ai prigionieri di guerra russi che costruirono la ferrovia 1916. In Val Venosta invece si trova l’attualmente di smesso piano inclinato per il trasporto del marmo dalle cave in quota a Lasa. Il manufatto unico al mondo nel suo genere dovrà essere riqualificato, conservando la sua funzione di infrastruttura per la mobilità. Tra gli altri temi, la trasformazione dell’officina meccanica,, Hans Trojer,,  in fucina di idee, a suo tempo la vetrina tecnologica della cultura industriale in Alto Adige. Altri progetti in itinere sono il restauro delle locomotive della ferrovia di Lana Postal, il tour virtuale delle cantine di Cornaiano, le mostre "Zugluft" alla stazione di Bolzano e i progetti di riqualificazione della piazza Gries e il fienile barocco, ora sotto vincolo architettonico.

Molto apprezzato durante l’incontro annuale era la presentazione dello scultore Lois Anvidalfarei, che ha condiviso il restauro del suo maso e l’esposizione open air delle sue sculture. Per concludere c’era la visita guidata alla storica cantina del convento Muri Gries con l’enologo Manfred Bernard.

È stato pure rieletto il consiglio del Curatorium. I suoi membri sono Arthur Scheidle, presidente, Josef March, vicepresidente, Ezio Facchin, Gerd Staffler, Ewald Moroder, Franz Staffler e Stefan Moser. Nuovi membri sono l'ingegnere meranese Daniel Hartmann e l'ex giornalista Rai Sandra Bortolin.

Questo incontro pubblico, aperto anche ad amici e semplicemente interessati all’ attività del Curatorium, era occasione per ringraziare i soci e in particolare della sua ospitalità l’abate Peter Stuefer.